• teatropubblicoligure logo
  • ODISSEA un racconto mediterraneo

  • ILIADE un racconto mediterraneo
  • Eneide un racconto mediterraneo
  • DECAMERON un racconto italiano in tempo di peste
  • Portus Lunae Art Festival
  • soriteatro
  • Letturainpubblico 200
  • FRANTOI dell’ARTE
  • FESTIVAL GROCK
  • STAR Sistema Teatri Antichi Romani
  • 5 terre Art Festival
  • FESTIVAL SCALI A MARE PIEVE
  • DIALOGHI
  • ATLANTE DEL GRAN KAN
  • Yves Klein
  • Tutto il Teatro in un manifesto
  • Tearto
  • I boreali
John De Leo

John De Leo

I mangiatori di loto

ideazione e realizzazione
John DeLeo e Franco Ranieri

Odissea un racconto mediterraneo

progetto e regia SERGIO MAIFREDI

John De Leo: voce, live looping sampler, Karaoke giocattolo, laringofono
Silvia Valtieri: fisarmonica, pianoforte, percussioni giocattolo
Franco Ranieri: chitarre

John De Leo affronta Odissea, dopo prima nazionale alla terza edizione di Portus Lunae Art Festival.
Il nostro lavoro con John De Leo incarna la nostra ricerca di “parole antiche per pensieri nuovi”. E il punto di vista di John è sicuramente uno sguardo contemporaneo sul grande racconto di Ulisse.
Abbiamo lavorato sul desiderio dell’eroe di cancellarsi, di essere Nessuno.
Inseguendo un tempo che oltrepassasse il tempo degli uomini, dei suoi compagni di avventura, conoscendo il mondo dei morti, il mondo delle dèe e il mondo dei mostri.
Abbiamo tessuto le parole di Odisseo con le parole di altri personaggi della letteratura che hanno saputo “perdersi dimenticando il ritorno”, arrivando fino a Pinocchio e al suo tempo sospeso nel paese dei balocchi, fino agli articoli della Costituzione italiana, che vengono, come in un’opera di Emilio Isgrò, ascoltati e cancellati dalla musica.
Siamo felici che un’artista come John De Leo abbia accettato di entrare a far parte della carovana di ODISSEA UN RACCONTO MEDITERRANEO in viaggio verso Omero.