• teatropubblicoligure logo
  • ODISSEA un racconto mediterraneo

  • ILIADE un racconto mediterraneo
  • Eneide un racconto mediterraneo
  • DECAMERON un racconto italiano in tempo di peste
  • Portus Lunae Art Festival
  • soriteatro
  • Letturainpubblico 200
  • FRANTOI dell’ARTE
  • FESTIVAL GROCK
  • STAR Sistema Teatri Antichi Romani
  • 5 terre Art Festival
  • FESTIVAL SCALI A MARE PIEVE
  • DIALOGHI
  • ATLANTE DEL GRAN KAN
  • Yves Klein
  • Tutto il Teatro in un manifesto
  • Tearto
  • I boreali

Fabrizio Benente e Massimo Minella

Categoria
Dialoghi sulla rappresentazione
Data
Sabato 22 Settembre 2018 21:30
Luogo
Palazzo Tursi - Via Garibaldi, 9
16124 Genova GE, Italia
Dialoghi sulla rappresentazione
XI edizione

menmosine
la memoria dagli aedi ad icloud

Fabrizio Benente
e Massimo Minella

L’altra Genova, fra crociati e templari
Gli scavi di S. Giovanni D’Acri in Israele

C’è una città nella città, una Genova che un pezzo per volta riemerge, anche se è distante migliaia di chilometri da quella “originale”. Fabrizio Benente, docente di Archeologia del Mediterraneo Medievale e direttore del Museo di Sestri Levante, dialoga con Massimo Minella, giornalista e scrittore, dei suoi viaggi in Israele, dei suoi scavi nel quartiere genovese di Acri. Storia antica, quella della “Porta di Gerusalemme”, storia millenaria di crociati e di templari, che parla di globalizzazione ancor prima che si iniziasse a usare questa parola. Perché Acri, la crociata, la cristiana, l’araba, la musulmana, l’israeliana, è tutto quanto insieme e lo è sempre stata. «Ed è così anche adesso – racconta l’archeologo genovese – In cantiere cristiani e musulmani scavano insieme e a sovrintendere tutto ci sono le autorità israeliane».

ingresso libero

 
 

Altre date

  • Sabato 22 Settembre 2018 21:30