• teatropubblicoligure logo
  • teatri del paradiso
  • ODISSEA un racconto mediterraneo

  • ILIADE un racconto mediterraneo
  • Eneide un racconto mediterraneo
  • DECAMERON un racconto italiano in tempo di peste
  • Portus Lunae Art Festival
  • soriteatro
  • Letturainpubblico 200
  • FRANTOI dell’ARTE
  • FESTIVAL GROCK
  • STAR Sistema Teatri Antichi Romani
  • 5 terre Art Festival
  • FESTIVAL SCALI A MARE PIEVE
  • DIALOGHI
  • ATLANTE DEL GRAN KAN
  • Yves Klein
  • Tutto il Teatro in un manifesto
  • Tearto
  • I boreali

Riondino e Vergassola - L’ultima Odissea (canto XXIV)

Categoria
Odissea un racconto mediterraneo
Data
Martedì 13 Agosto 2019 21:00
Luogo
Villa Romana di Bocca di Magra - 19031 Ameglia SP
Ameglia (SP), Italia
Telefono
0187 609209
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet
File Allegato

ameglia 2019David Riondino e Dario Vergassola

L’ultima Odissea (canto XXIV)

progetto e regia di Sergio Maifredi
produzione Teatro Pubblico Ligure

Che il viaggio non sarebbe terminato con l’arrivo a Itaca, Odisseo lo sa bene da quando, nel regno dei morti, ha incontrato Tiresia, al nono canto. L’indovino cieco glielo ha predetto: dovrà, dopo la strage dei pretendenti, rimettersi in cammino, per terra questa volta, lontano dal mare, portando sulla spalla un remo, come una croce, come un’espiazione.
La meta non avrà le coordinate precise che individuano Itaca sulla carte nautiche. Ma quando Odisseo sarà così lontano dal mare che, al suo passare, la gente scambierà il remo per un ventilabro allora sarà giunto alla fine delle sue fatiche. Potrà fare sacrifici agli Dèi e tornare in patria. Questo viaggio per terra è una seconda Odissea a cui Omero allude e che con molte probabilità è pure esistita in forma orale e scritta ma di cui le tracce si sono perdute.
Riondino e Vergassola da lì partono, dai patti di pace, che chiudono i ventiquattro canti dell’Odissea che conosciamo e ci trasportano in un’altra Odissea tutta immaginata, enigmatica e misteriosa e forse mai scritta se non l’immaginario di ognuno di noi. Ovviamente, come è nel carattere di Riondino e Vergassola, con ironia, intelligenza, irriverenza.

 

Prima degli spettacoli, alle ore 20,15 è possibile seguire una visita guidata al sito con gli archeologi di VaraMagra.
L’ingresso è libero fino a esaurimento posti (si consigliano scarpe e abbigliamento comodi). L’iniziativa, promossa da Teatro Pubblico Ligure fa parte della rete STAR - Sistema Teatri Romani Antichi, è sostenuta da Regione Liguria – Assessorato alla Cultura e Comune di Ameglia. Disponibili navette gratuite per raggiungere il centro storico in partenza dal bivio di Ameglia (Località Cafaggio, davanti al Bar Mirò), a partire dalle 20 e in funzione fino a fine spettacolo. Per informazioni: tel. 0187 609209, www.viviameglia.it, Facebook Viviameglia, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
 

Altre date

  • Martedì 13 Agosto 2019 21:00