• teatropubblicoligure logo
  • teatri del paradiso
  • ODISSEA un racconto mediterraneo

  • ILIADE un racconto mediterraneo
  • Eneide un racconto mediterraneo
  • DECAMERON un racconto italiano in tempo di peste
  • Portus Lunae Art Festival
  • soriteatro
  • Letturainpubblico 200
  • FRANTOI dell’ARTE
  • FESTIVAL GROCK
  • STAR Sistema Teatri Antichi Romani
  • 5 terre Art Festival
  • FESTIVAL SCALI A MARE PIEVE
  • DIALOGHI
  • ATLANTE DEL GRAN KAN
  • Yves Klein
  • Tutto il Teatro in un manifesto
  • Tearto
  • I boreali

Platone – Ermanno Bencivenga

Categoria
soriteatro - Teatro Pubblico Ligure
Data
Giovedì 21 Novembre 2019 21:00
Luogo
Teatro Comunale - Via Combattenti Alleati, 9, 16031 Sori GE
Sori (GE), Italia
Telefono
0185 700681
Sito internet

Giovedì 21 novembre
Ore 21.00

prima nazionale

ERMANNO BENCIVENGA

PLATONE
ovvero la bellezza del sapere

Filosofia e Teatro / Alla ricerca della saggezza perduta
un progetto di Ermanno Bencivenga e Sergio Maifredi

Seconda tappa del viaggio intrapreso da Ermanno Bencivenga e Sergio Maifredi, prodotto da Teatro Pubblico Ligure. Andiamo alla ricerca, attraverso sei grandi filosofi, delle grandi intuizioni del pensiero, unendo filosofia e teatro per ricordarci che la filosofia è un’attività pubblica, che si pratica al meglio insieme.

Ermanno Bencivenga, professore ordinario di scienze umane e filosofia all’Università di California, Irvine, si mette in gioco totalmente, andando in scena, in equilibrio tra racconto, riflessione e spettacolo.
Che cosa rende il nostro tempo degno di essere vissuto? Il denaro, il successo, il potere? Sono tutte cose che lasciano il tempo che trovano, e non colmano la nostra insoddisfazione. Ciò per cui ha senso vivere è una conoscenza, un sapere che non possono, quando ci siano noti, non imporsi per noi come irrinunciabili e indispensabili. Viviamo quotidianamente un’esistenza dimentica di sé stessa, in mezzo a ombre che non fanno giustizia al nostro destino; ma se qualcuno sapesse dirigere il nostro sguardo verso verità e giustizia non potremmo non esserne sedotti; non potremmo non voler essere partecipi di una forma di vita che ne sia guidata; non potremmo non volerci adoperare per realizzarla. Come un corpo amato ci attira con la sua bellezza, che non è geometria di forme ma rispondenza di intenti, di progetti e di valori, così la bellezza di questa visione saprà attrarci a una condizione che rispecchi finalmente il nostro essere.

Letture dal Fedro, dal Simposio e dalla Repubblica

soriteatro

BIGLIETTO SPETTACOLI: 15 euro (intero); 12 euro (ridotto)

 
 

Altre date

  • Giovedì 21 Novembre 2019 21:00