In Movimento

voci e suoni da un racconto mediterraneo

spettacoli e concerti  ad Albisola Superiore
prodotti dal Teatro Pubblico Ligure 
diretto da  Sergio Maifredi
inmovimento2018
clicca sull’immagine per ingrandire

Teatro Pubblico Ligure torna ad Albisola Superiore con una nuova edizione di “In movimento. Voci e suoni da un racconto mediterraneo”, progetto diretto da Sergio Maifredi. Lo sostengono Regione Liguria – Assessorato alla Cultura, Comune di Albisola Superiore – Assessorati alla Cultura, al Turismo e allo Sport.

In movimento 2018” comprende quattro appuntamenti in programma ad Albisola Superiore dal 23 luglio al 23 settembre. I primi tre – 23, 30 luglio e 6 agosto, tre lunedì di seguito) si svolgono sulla Terrazza sul mare; il quarto, il 23 settembre, avrà luogo invece presso la villa romana di Alba Docilia, durante le Giornate Europee del Patrimonio.
Si comincia lunedì 23 luglio (ore 21,30, Terrazza sul mare) con “Anime migranti”, spettacolo concerto con Mario Incudine e Antonio Vasta. Si prosegue lunedì 30 luglio (ore 21,30, Terrazza sul mare) con “Una serata pazzesca. Tullio Solenghi legge Paolo Villaggio”, nuova produzione di Teatro Pubblico Ligure che prende in esame la portata originale di Villaggio come scrittore, autore di indimenticabili espressioni come “megagalattico” o “poltrona in pelle umana”, nonché inventore di una delle pochissime maschere moderne: il ragionier Ugo Fantozzi. Lunedì 6 agosto (ore 21,30, Terrazza sul mare) Roberto Alinghieri e l’Ensemble Hemingway presentano “Il vecchio e il mare” tra musica e parole. Infine il 23 settembre (ore 21), durante le Giornate Europee del Patrimonio, “In movimento” si sposta alla villa romana di Alba Docilia, dove il filosofo Ermanno Bencivenga è interprete di “Uccidete Socrate! Come la democrazia ateniese si liberò di un personaggio scomodo”, ideato insieme a Sergio Maifredi per Teatro Pubblico Ligure. L’appuntamento di Alba Docilia rientra nel progetto STAR – Sistema Teatri Romani Antichi, ideato da Teatro Pubblico Ligure e nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi.

 

Stampa