Corrado d’Elia

Io, Vincent van Gogh

progetto, regia e interpretazione di Corrado d'Elia

Produzione Asc Productions

Van Gogh è l'artista più amato e più incompreso di sempre.
Quello che gronda anima oltre che colore.
L'artista puro, il genio, quello che più di altri ha fatto della sua pittura una necessità.
A partire dallo straordinario patrimonio di pensieri che sono le lettere di Van Gogh al fratello Theo, ecco dunque un nuovo album a firma Corrado d'Elia.
In un autentico flusso emotivo, come a tratteggiare un nuovo dipinto che piano piano si compone, ecco l'artista e la sua vita, le sue emozioni, gli anni di Parigi, il manicomio, i rapporti con il padre, l'amicizia travagliata con l'artista Gauguin e in ultimo il grande mistero che ancora avvolge la sua morte.
Non ci importa sapere se davvero Van Gogh fosse pazzo.
I suoi quadri e i suoi disegni ci trasmettono continuamente emozioni, insieme alla potenza che esprime il suo tratto e il suo colore.
Non sono occhi perduti quelli che vediamo nei suoi tanti autoritratti quindi, ma la più grande, incompresa umanità. È sempre il cuore quello che ci colpisce. Ed è questo che andremo a raccontare.
“Non posso cambiare il fatto che i miei quadri non vendono. Ma verrà il giorno in cui la gente riconoscerà che valgono più del valore dei colori usati nel quadro.”

Qualche estratto dalla rassegna stampa

Incredibilmente visionario! Un canto all’arte. Da vedere senz’altro.”
(Valeria Palumbo - Persinsala)

Un vero viaggio emotivo, uno strepitoso Corrado d’Elia.
(Silvia De Bernardi - Montenapoleone Web)

Un nuovo gioiellino di Corrado d'Elia che emoziona fino alla commozione. Spettacolo da non perdere
(Lucilla Continenza - Periodico Daily)

Applausi a scena aperta per uno spettacolo coinvolgente, autentico e di rara intensità. Un emozionante flusso poetico.
(Meo Rabacci - Teatro.it)

Estasiati dall’interpretazione di d'Elia.
(Silvana Costa - Art Talks)

Corrado d’Elia ancora una volta vincente! Splendida la scena creata da Chiara Salvucci. Uno spettacolo da vedere, rivedere e rivedere ancora.
(Roberta Usardi - Modulazioni Temporali)

Una sintonia di emotività. Un viaggio emozionante.
(Guido Buttarelli - Corriere dello Spettacolo)

Si ha la sensazione di incontrare davvero Vincent, di poterlo quasi prendere per mano.
(Elena Grossi - Nomistrels)

Una gemma di commozione dai profondi contenuti lirici che colpisce e appassiona.
(Claudio Elli - Punto e Linea Magazine)

Grande intensità emotiva. Proprio come un quadro, a forti pennellate.
(Giuseppina Serafino - Agenda Viaggi)

  • Visite: 181

Sergio Maifredi
direttore artistico

mobile +39 3488706237
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lucia Lombardo
direttore produzione e comunicazione

mobile +39 3290540950
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


TEATRO PUBBLICO LIGURE S.R.L. - IMPRESA SOCIALE
P.Iva: 02477370999 - C.F.: 02477370999
CODICE DESTINATARIO FATTURE ELETTRONICHE: USAL8PV
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Trasparenza
© Teatro Pubblico Ligure.
Powered by ilpigiamadelgatto.